GO TO

SUMMER

  APT Livigno
Stagione Estiva Livigno
Carosello 3000 Livigno
Situazione Neve Livigno

THE GUARDIAN 2017 - EVENT REPORT

26 Apr

Domenica 23 aprile, sulle vette di Livigno è andata in scena una storica IV edizione del The Guardian. L’evento, realizzato in cooperazione tra Carosello 3000 e Funky Snowboard, rappresenta la più grande riunione del movimento freestyle italiano.

1

Tutti i rider della scena italiana, professionisti e amatori si ritrovano ogni fine stagione Livigno per un’ultima giornata di shredding e party.  

4

Come location naturale di un evento in stile funky, The Beach Livigno ha trasformato per l’occasione il suo set-up in un concentrato di strutture “pazze”: vulcani, gobbe, paraboliche, piscine d’acqua, kicker e mostri disturbatori sguinzagliati su tutta l’area hanno reso la gara indimenticabile.

5

A prendersi un day-off pur di non mancare al The Guardian anche tutti i rider della nazionale, dal coach Filippo Kratter a Nicola Dioli, Alberto Maffei, Emiliano Lauzi, Davide Boggio, Nicholas Bridgman. Anche jibber e freerider come Nicolò Pezzato, Lorenzo Barbieri, Elio Fumagalli e Lorenzo buzzoni non hanno resistito al richiamo dell’evento.  Presente a sorpresa l’atleta svizzero Nicolas Huber, fresco della medaglia d’argento nei campionati del mondo snowboard slopestyle di Sierra Nevada.

3

Affollatissima la festa d’apertura allo Stalet, che ha ospitato un apprezzatissimo torneo di beer-pong,  e il party di chiusura al Marco’s Pub che ha visto alla consolle l’emergente dj milanese Chryverde.

2

I presenti hanno avuto inoltre l’opportunità di vedere e testare le nuove tavole 2017-18 di Funky Snowboards che sembra abbiano già conquistato il cuore di tantissimi rider. Conficcate nella neve d’aprile anche le bandiere di Dragon Alliance e Monster Energy.

6

La folla ha infine eletto i nuovi Guardiani. Davide Boggio (snowboard) e Raffaele Cusini (freeski) sono stati premiati con l’anello simbolo della loro impresa forgiato per l’occasione dalla gioielleria underground Nove25. Un premio che dovranno difendere a spada tratta nella prossima edizione del The Guardian.

7

8

 


Share this article

Footer